18 Maggio 2020

Segnaliamo quanto previsto dall’art. 1 comma 10 del Decreto Legge 16 maggio 2020 n. 33 in cui si prevede che “Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

In sostanza il Decreto dà la possibilità di riunione delle assemblee condominiali e, si ritiene, anche delle autogestioni. Ovviamente questo comporta l’utilizzo di locali tali da consentire il rispetto delle distanze garantendo la sanificazione dell’ambiente.
Resta il problema della impossibilità con le restrizioni attuali di partecipare all’assemblea da parte di condomini aventi diritto che risiedono in Regioni diverse da quella dove è ubicato l’immobile, che potrebbe creare motivi di impugnativa da parte di chi fosse impossibilitato alla partecipazione.
Sarà opportuno verificare eventuali disposizioni diverse assunte dalle Regioni.

Testo legislativo:
DECRETO-LEGGE 16 maggio 2020, n. 33.
Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. (20G00051) (GU Serie Generale n.125 del 16-05-2020)
Note: Entrata in vigore del provvedimento: 16 Maggio 2020

Art. 1 Misure di contenimento della diffusione del COVID-19
10. Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro