Milano, 21 Novembre 2019

I Sindacati organizzano un presidio Lunedi 2 Dicembre dalle ore 16,00 sotto Palazzo Marino in piazza della Scala, 2

CONTRO:

  • La cancellazione della attuale graduatoria di bando delle case popolari, che comprende 25.000 famiglie
  • L’eliminazione delle procedura di assegnazione in deroga per sfratto e per le situazioni di emergenza diverse da sfratto
  • La mancanza di un sistema efficace di accoglienza temporanea che dia risposte concrete alle famiglie al momento dello sfratto
  • Le nuove procedure di bando previste dalla legge regionale n. 16/2016, che sono complicate, ingiuste e inefficaci, studiate apposta per limitare le domande di casa popolare e non dare la casa a chi ne ha più bisogno
  • La mancanza di un confronto costruttivo e trasparente con il Comune di Milano in ordine ai passaggi legati all’applicazione della nuova normativa sulle case popolari e più’ in generale l’emergenza abitativa, perché cessi la politica delle decisioni unilaterali e del fatto compiuto
  • L’esclusione dei più poveri dall’accesso alle case popolari attraverso un meccanismo di certificazione dello stato d’indigenza.

PER OTTENERE:

  • L’esame di tutte le domande di assegnazione in deroga presentate al Comune di Milano e non ancora esaminate e delle domande presentate ai sensi dell’art. 34 c. 8
  • Un sistema efficace e trasparente di accoglienza che non lasci le famiglie sulla strada al momento dello sfratto
  • L’ aumento dell’offerta di case popolari in particolare per le famiglie numerose e gli invalidi, i piu’ penalizzati in questi anni
  • L’apertura di un confronto vero con il Comune di Milano che faccia della tutela delle famiglie in difficoltà che ogni giorno finiscono sulla strada, una priorita’ e non l’ultimo dei problemi
  • La modifica della L.R.16/2016, reintroducendo la graduatoria unica e le assegnazioni per emergenza.

Nel giorno in cui chiude il primo bando per le case popolari fatto in base alle nuove normative, che cancellerà le vecchie graduatorie e con esse le speranze di migliaia di famiglie di avere una casa

ROMPIAMO IL SILENZIO, FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE, LA CASA E’ UN DIRITTO FONDAMENTALE PER TUTTI!

L’allegato:
– il volantino in formato pdf