Palermo, 1 Giugno 2020

Sembra che la pandemia del corona virus non abbia avuto effetti drastici unicamente sulla salute e sulla vita dei cittadini, ma gli effetti sono stati altrettanto gravi anche sul dialogo costruttivo che avrebbero dovuto avviare gli enti statali con la rappresentanza sociale nel paese, e più precisamente l’amministrazione cittadina con la quale è mancato il confronto con i sindacati della casa.

Siamo dovuti intervenire su diversi tematiche connesse, come la questione delle centinaia di senza fissa dimora, sui cittadini cosiddetti “Irreperibili”, si tratta di un migliaio di famiglie, ma anche sul sostegno all’affitto per centinaia di famiglie in forti difficoltà economiche, ma anche sugli organismi “come l’osservatorio per l’emergenza abitativa, oppure l’agenzia sociale per la casa” istituiti presso il comune, e che avrebbero dovuto avere un ruolo fondamentale nel sostegno ai più disagiati, la risposta è stata del tutto inadeguata .

Invitiamo pertanto gli enti statali, a partire dal governo della città, a riavviare il confronto costante nel merito con il sindacato il quale potrà dare un importante contributo alla rinascita della città.