Vicenza, 29 maggio 2024

All’orizzonte 2 grandi progetti dell’ATER presto “cantierabili” che produrranno 90 appartamenti

Le elezioni amministrative a Bassano del Grappa sono alle porte e i segretari territoriali dei sindacati inquilini SUNIA e SICET ricordano ai candidati sindaci che le famiglie aventi diritto e quindi in graduatoria di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) nella città del Ponte di Palladio sono risultate 200 col bando ATER di quest’anno, mentre di contro ogni anno sul territorio comunale vengono assegnate in media dalle 14 alle 16 abitazioni. Una situazione assai sbilanciata che a detta sindacale deve essere riequilibrata.
«L’ATER a Bassano ha in programma due importanti progetti – affermano Daniele Mezzalira (SICET) e Francesco Brasco (SUNIA) – che potrebbero portare alla realizzazione di 90 alloggi nel giro di qualche anno: c’è bisogno però che l’amministrazione locale faccia una scelta politica di impegno su questo versante, cosa che fino ad ora non è avvenuta».
«Il primo progetto, che prevede un intervento di demolizione e ricostruzione, riguarda via Trozzetti – affermano SUNIA e SICET – dove verrebbero costruiti 42 appartamenti al posto di 3 vecchi condomini oramai fatiscenti».
«L’altro progetto da 48 abitazioni (su moduli edilizi da 4 appartamenti l’uno) – proseguono i sindacalisti – dovrebbe essere realizzato sul terreno di proprietà dell’ATER in Strada Travettore».
«Chiediamo ai candidati sindaci di Bassano – affermano Mezzalira e Brasco – che il dimezzamento della graduatoria case popolari venga messa come priorità per i prossimi 5 anni di amministrazione con l’esecuzione dei due progetti predisposti dall’ATER».