Venezia, 15 Giugno 2016

Per fronteggiare l’emergenza abitativa nella città la Curia Patriarcale di Venezia ha messo a disposizione un contributo di 50.000 euro, un atto concreto di solidarietà nei confronti dei più deboli. Questa risorsa, unitamente ai fondi nazionali destinati a contenere la morosità incolpevole e quelli messi a disposizione dal Comune sarà utilizzata con le modalità previste da due protocolli di intesa sottoscritti, oltre che dal Patriarcato e dal Comune, anche dalla Prefettura, dal Tribunale e dalla Corte d’appello di Venezia, dal SUNIA, dall’Asppi e dall’Ordine degli avvocati.

– Protocollo d’intesa con il Patriarcato di Venezia
– Protocollo d’intesa sui fondi per la morosità incolpevole