Catanzaro, 24 Novembre 2015
SUNIA – FEDERPROPRIETA’ – SICET – ASPPI

Stamani, presso il Comune di Catanzaro alla presenza del Vice Sindaco Gabriella Celestino e dell’assessore comunale Filippo Mancuso, è stato depositato l’accordo territoriale per i contratti di locazione transitori per gli studenti universitari che estende, anche a questi rapporti di locazione, i benefici dei contratti a canone agevolato.
L’accordo, siglato presso la Fondazione Magna Grecia, è stato sottoscritto dallo stesso Presidente della Fondazione Arturo Pujia, dai sindacati degli inquilini SUNIA e SICET, rappresentati rispettivamente da Antonio Spataro, segretario generale regionale e Raffaele Rotundo, responsabile provinciale, dalle associazioni della proprietà immobiliare Federproprietà e ASPPI rappresentati dai Presidenti provinciali Tommasina Lucchetti e Dario Fabiano, dall’Unione degli Universitari rappresentati dal responsabile di Catanzaro Giorgio Ammirata.
Erano altresì presenti, condividendone i contenuti dell’accordo, i rappresentanti delle associazioni studentesche FUCI e “Insieme” rappresentati da Sebastian Ciancio ed Ettore Ventura, Ernesta Taverniti, segretearia CGIl di Catanzaro e Marco Napoli Presidente di Federama. L’accordo, a detta, dei partecipanti, è un altro passo in avanti nella direzione di una offerta locativa agevolata a favore degli studenti universitari, offerta calmierata rispetto agli attuali canoni di mercato che va incontro alle necessità delle tante famiglie calabresi strette dalla morsa della crisi, permettendo loro un utile risparmio economico per continuare a sostenere i propri figli negli studi universitari.
Dall’altro, a favore dei proprietari di immobili che decideranno di locare a canone concordato verrà incontro a loro favore un importante vantaggio fiscale rappresentato dalla c.d. “cedolare secca” al 10% e la gratuità delle spese di registrazione del contratto. Nello stesso accordo è inoltre prevista la disponibilità, da parte della Fondazione Magna Grecia, ad aprire uno sportello di informazione e consulenza sui contratti di locazione che sarà curato dagli stessi sindacati degli inquilini e dalle associazioni della proprietà sottoscrittori dell’accordo. Infine, le parti, di comune accordo, hanno deciso di verificare entro i prossimi 3 mesi, le ricadute e l’efficacia dell’accordo di Catanzaro sui canoni concordati, già siglato il 24 Luglio 2014, e dall’accordo dei contratti transitori.