Palermo, 21 Novembre 2017

Incontro al Sunia tra l’assessore alla Cittadinanza sociale del comune di Palermo Giuseppe Mattina, il segretario Sunia Palermo Zaher Darwish e i rappresentanza delle 22 famiglie che abitano nell’ex scuola Francesco Crispi al Cep.

Le famiglie hanno recuperato l’immobile abbandonato e riadattato gli interni con lavori muratura, finestre, bagni. L’estate scorsa per i primi nuclei familiari erano arrivati gli avvisi di sgombero. Ma le famiglie sono rimasti nella sede. Si è discusso del problema abitativo di queste famiglie, che hanno dato la loro disponibilità a proseguire con le opere di “autorecupero”.

“Si apprezza la disponibilità al confronto e al dialogo avviata dall’assessore Giuseppe Mattina – dichiara Zaher Darwish – Abbiamo riaffermato l’importanza di azioni che coniughino legalità e diritto fondamentale e primario alla casa, garantito dalla costituzione. Il Sunia ha ribadito inoltre, in armonia con le ultime innovazioni normative, anche con riferimento al decreto Minnitti, che non debbano essere adottate misure che privino le famiglie, specie con figli minori, del diritto alla casa, senza che siano state predisposte soluzioni idonei e alternative”.
L’assessore, in linea con le indicazioni programmatiche del sindaco, ha dichiarato di avere avviato “la fase propedeutica per attivare progetti di autorecupero e di regolamentazione di quanto possibile”.