Palermo, 14 Aprile 2016 Il Sunia chiede chiarimenti al Comune in merito ad alcuni requisiti del nuovo bando pubblicato nei giorni scorsi per l’erogazione di contributi agli inquilini morosi incolpevoli.”Il bando ha un limite perché scade il 18 maggio, in difformità dalla normativa nazionale che stabilisce che il bando debba essere aperto e non a scadenza, dichiara il segretario Sunia Palermo Zaher Darwish. Inoltre introduce un requisito discriminatorio nei confronti dei cittadini immigrati, che devono esibire una residenza decennale italiana o quinquennale in Sicilia. Per accedere al fondo della normativa nazionale questo limite è inesistente”.Il Sunia chiederà al Comune di adeguare il bando nella riunione sull’emergenza casa che si terrà il 20 aprile con l’assessore alle Attività sociali Agnese Ciulla.”Ci sono responsabilità sia della Regione siciliana che del Comune, in questo mancato adeguamento alla normativa nazionale sulla morosità incolpevole.La Regione avrebbe dovuto emanare una direttiva da inviare ai Comuni per recepire le indicazioni contenute nella normativa nazionale”.