Brescia, 17 Giugno 2016

Martedì 21 la manifestazione davanti al Pirellone per rilanciare l’edilizia residenziale pubblica e fermare la legge regionale

La situazione a Brescia è esemplificativa delle difficoltà. Il patrimonio abitativo pubblico di proprietà e gestito dall’ALER è di circa 11.250 alloggi, il 5% dell’intero patrimonio di alloggi disponibili per la locazione: in Germania, per fare un confronto, è superiore al 50 per cento. Non stupisce quindi che un patrimonio pubblico così esiguo non sia in grado né di rispondere all’emergenza abitativa che ormai dal 2008 investe anche la provicia di Brescia (1.943 sfratti nel 2015, di cui 1.902 per morosità incolpevole) né di svolgere il ruolo di calmiere degli affitti nel mercato privato (il 95% degli alloggi in locazione).
Martedì 21 giugno il SUNIA e la Camera del Lavoro di Brescia parteciperanno alla manifestazione regionale unitaria a Milano promossa dalle associazioni degli inquilini e dai sindacati per chiedere sostanziali modifiche al progetto di legge regionale n° 273 sulla casa che non dà risposte ai problemi abitativi e cancella l’edilizia pubblica e la sua funzione sociale.
In un contesto già critico, la legge regionale in via di approvazione definitiva vuole ulteriormente ridurre il patrimonio pubblico, espellere parte degli assegnatari ALER-ERP, molti dei quali pensionati, ed aumentare i canoni di locazione per gli assegnatari che avranno la fortuna di rimanere negli alloggi ALER-ERP. La manifestazione unitaria prevista per martedì 21 giugno alle ore 17 davanti al Pirellone vuole riaffermare l’opposizione a questa proposta di legge iniqua e chiedere il rilancio dell’edilizia residenziale pubblica introducendo uno stanziamento stabile da parte della Regione Lombardia corrispondente all’1% del bilancio regionale.
Alla luce di tutto ciò è oltremodo necessario riprendere la trattativa con le organizzazioni di rappresentanza della proprietà edilzia per il rinnovo dell’accordo provinciale relativo ai contratti di locazione a canone concordato del comparto privato. I contratti di locazione a canone concordato sono infatti al momento l’unico strumento utile per calmierare il mercato privato della locazione e quindi per dare sollievo a tutti coloro che vivono di lavoro salariato e non di rendita. Tutti coloro che volessero partecipare alla manifestazione di martedì 21 giugno che si terrà presso il Palazzo della Regione a Milano possono contattarci allo 030.3729260 o presentarsi direttamente alle ore 14:20 presso la sede del Comitato degli inquilini di Chiesanuova in via Livorno 48 a Brescia da dove partira il pullman per Milano.

Camera del Lavoro di Brescia
SUNIA federazione di Brescia